• La famiglia è morta, viva la famiglia. Questa volta Kore-eda entusiasma

    venerdì, settembre 21, 2018 0 No tags Permalink 5

    Esistono percorsi narrativi su cui lo spettatore è portato a incamminarsi credendo di muoversi lungo una linea retta ma che in realtà è curvilinea e a volte prende un sentiero diverso da ciò che si poteva immaginare. Per riuscire a essere credibili in queste operazioni bisogna possedere il talento del fuoriclasse, del maestro quale è ...

  • Lady Bird: pimpante stato di passaggio lontano dal banale

    giovedì, marzo 22, 2018 0 No tags Permalink 5

    Sono chiari i motivi del successo di Lady Bird: leggerezza e profondità sono miscelati con maestria da Greta Gerwig, compagna e musa di Noah Baumbach, in modo tale da bandire eventuali voli pindarici o complessità. Ritmo, dinamismo, sceneggiatura scoppiettante e bravura degli interpreti permettono a chiunque di gustare l'opera seconda di un'artista, Gerwig appunto, che ...

  • Chiamami col tuo nome: l’amalgama tra forma e contenuto in un tempo sospeso

    mercoledì, febbraio 14, 2018 0 No tags Permalink 5

    È l’Italia di Bettino Craxi e del pentapartito al governo, della fuga di Licio Gelli dal carcere svizzero di Champ Dollon, dei manifesti elettorali appesi agli angoli della piazza di paese, delle discoteche estive, delle partite di pallavolo sui prati, dei tuffi nel fiume, delle corse in bicicletta lungo gli argini della campagna. È l’Italia ...

  • Ella&John: un aereo che vola a bassa quota

    lunedì, febbraio 5, 2018 0 No tags Permalink 6

    È un Paolo Virzì col freno a mano tirato quello che ha diretto Ella&John, primo film Usa dell'autore livornese. Non convince infatti la storia dei due anziani, uno in senescenza,l'altra alle prese con un cancro, che fuggono da casa per cercare di raggiungere la villa di Hemingway a Key West. Se non vi recitassero Donald ...

  • Tre Manifesti a Ebbing: talmente bello da sembrare un libro

    venerdì, febbraio 2, 2018 0 No tags Permalink 9

    SE FOSSI il giurato di un'immaginaria Academy a Tre Manifesti a Ebbing, Missouri assegnerei il voto favorevole per l'Oscar come miglior film, miglior sceneggiatura originale, miglior attrice protagonista e miglior attore non protagonista. Metterei persino la firma in calce a queste designazioni perché succede molto raramente di trovare in un'opera tanta qualità condensata in poco ...

  • Happy End: la radicale e beckettiana disillusione di Haneke coglie nel segno

    martedì, dicembre 5, 2017 0 No tags Permalink 8

    L'OSSESSIONE di Michael Haneke è comune a tanti registi del passato: l'autore austriaco mostra da una vita il progressivo disfacimento della borghesia, la sua dissipatio. Lo fa con la cattiveria e il sarcasmo propri dei grandi, inventandosi nuove storie che però mirano costantemente allo stesso bersaglio. Le sue messe in scena possono assumere forme differenti, ...

  • L’Intrusa:documentare la realtà attraverso i dilemmi etici

    martedì, ottobre 10, 2017 0 No tags Permalink 5

    L'Intrusa di Leonardo Di Costanzo si inserisce in un percorso registico che sta diventando filone nel cinema italiano: quello creato da autori provenienti dal documentario che creano film veri e propri,rinunciando alla spocchia intellettuale di voler rimarcare la propria soggettività su ciò che stanno mostrando. Perché hanno misura ed equilibrio e una naturale delicatezza che ...